i Podcast – Cosa sono e come ascoltarli

i Podcast – Cosa sono e come ascoltarli

Iniziamo una serie di tre articoli sul podcasting partendo da un’ introduzione per cominciare a conoscere questo strumento, dare un’ occhiata al panorama indipendente italiano, e le app per ascoltarli ovunque!

Cos’è un podcast?

Un po’ di storia

I primi podcast nascono agli albori degli anni 2000, la storia del nome è controversa alcuni ritengono derivi dal famoso player di Apple, iPod appunto, altri avanzano le più disparate ipotesi che sia un acronimo. Qualunque sia l’origine di “Pod” sappiamo per certo che –Cast deriva da broadcast cioè trasmissione.

L’intento originale del podcasting era di rendere disponibili contenuti audio in formato mp3 da poter scaricare e portare sempre con sé. Nel tempo questi contenuti sono cambiati: dopo un’ iniziale fase di “audio blog” (finita con l’avvento dei primi social e successivamente di youtube) sono diventati, e tuttora sono, un modo per riascoltare le repliche delle trasmissioni radiofoniche. Il podcast come fonte di contenuti inediti sembrava defunta. Nel frattempo però è passata parecchia acqua sotto i ponti, e come spesso accade l’innovazione tecnologica ha resuscitato questo interessante mezzo di comunicazione.

Siamo nel primo decennio dei 2000 e cosa arriva fra le nostre mani? Smartphone con cuffiette e internet mobile, poco dopo arriveranno anche le tariffe flat per il mobile internet, e dulcis in fundo app come iTunes o le app per android (in seguito vedremo quali). Ok mi pare che gli ingredienti ci sono tutti.

L’insieme di questi fattori ha portato nuova linfa al podcasting. Se prima dovevi scaricare il podcast da un sito e poi trasferirlo su iPod o suoi omologhi, oggi basta che dal tuo iPhone apri iTunes, vai nella sezione podcast e trovi svariati canali a cui iscriverti e ricevere in automatico le puntate non appena vengono pubblicate. E questo riguarda sia i podcast di “replica” che quelli inediti. Di recente con l’arrivo di Android Auto e Apple Carplay è possibile ascoltare podcast comodamente in auto.

2014: Serial

Correva l’anno 2014 e negli USA veniva lanciato Serial, una serie in 12 episodi basata su un fatto di cronaca nera realmente accaduto, prendendo in esame atti e documenti reali. Una specie di “Blu Notte” in versione podcast per intenderci. Il successo è stato clamoroso, soprattutto tenendo conto che si tratta di un podcast indipendente, primo nelle classifiche di iTunes anche molto tempo dopo il rilascio, più di 5 milioni di download secondo Apple(Fonte). Il tutto finanziato da sponsor (primo fra tutti Mailchimp che in USA sponsorizza molti podcast) e per il rilascio della seconda stagione anche da donazioni. E’ prevista  una terza stagione nell’estate 2017.

Va detto che negli Stati Uniti il podcasting indipendente è molto più sviluppato che in Italia al punto che esistono figure professionali legate al montaggio audio e si sprecano gli annunci di chi cerca o offre servizi per il podcasting, nonchè svariati sponsor.

E in Italia?

In italia il podcasting fino a poco tempo fa era utilizzato solo per le repliche di trasmissioni radiofoniche, tranne qualche pioniere indie come Scientificast che ha visto la luce nel 2007, si occupa di divulgazione scientifica e nel frattempo è diventato un’associazione culturale. O Digitalia, che invece trasmette dal 2009 e si occupa di tecnologia.

Gli indipendenti

Da qualche anno però si assiste ad una graduale crescita di podcast indipendenti e la scelta è ormai vasta. Abbiamo le interviste ad imprenditori e freelance di Italian Indie Tra “i più richiesti” di iTunes troviamo Strategia Digitale che tratta soprattutto di marketing, tra gli “essentialsStart Me Up. Voglio anche segnalare due podcast su i quali ho avuto il piacere di lavorare: Vendere Valore (Business e Marketing) e Periscritto un podcast di interviste a scrittori e copywriter. Ma l’universo del podcasting è variegato esistono podcast di intrattenimento come il “contenitoreQuerty e il filone educational che, oltre al già citato Scientificast, comprende programmi dedicati all’apprendimento delle lingue, alla filosofia, alla letterutura e perfino alla psichiatria!

Insomma si tratta di una nicchia in espansione e chissà che presto non arrivi uno “Spaghetti Serial“. Mancano tuttavia degli inserzionisti specializzati in questo settore e chi vuole monetizzare deve procacciarsi una sponsorship. Inoltre, per quanto mi risulta, l’unica realtà in Italia che al momento offre un servizio di editing professionale e pubblicazione dedicato a chiunque voglia fare podcasting è Soundscape.

Come li ascolto?

Abbiamo detto che la forza dei podcast è la mobilità, quindi escluderò le soluzioni “desktop” che comunque esistono per tutti i sistemi operativi.

Ascoltare i podcast è semplicissimo:

Apple:

Per iPhone e iPad i podcast sono disponibili su iTunes o tramite l’app gratuita Podcast. Se non l’avete già installata sarà sufficiante andare sull’app store e scaricarla, una volta aperta potrete esplorare gli show più ascoltati o le categorie di vostro interesse, oppure cercarne uno specifico digitando il nome. L’app “Podcast” è disponibile anche per Apple CarPlay. Se non volete perdere nessuna puntata del vostro show preferito basterà sottoscrivere il podcast e automaticamente verranno scaricate i nuovi episodi.

Qui l’elenco aggiornato dei modelli di auto compatibili con Apple CarPlay

podscat in auto con apple carplay podcast

Android

Su android sono disponibili diverse app, alcune delle quali a pagamento.

Fra queste ultime, secondo molti, la migliore è Pocket Cast che attualmente costa 2,99€, i vantaggi di questa app sono:

  • la sincronizzazione dei dispositivi, quindi potrete iniziare ad ascoltare il vostro podcast da smartphone e continuare in auto (è compatibile con android auto) dal punto in cui avete interrotto.
  • Multipiattaforma

Qui i modelli di auto e stereo compatibili con Android Auto

Fra le app free una delle più gettonate è Podcast Republic  che personalmente ho trovato la più semplice da usare e con delle caratteristiche molto interessanti.

Tra le quali:

  • Supporto dei feed di iTunes e dei canali e playlist di Youtube
  • Sincronizzazione fra dispositivi
  • Lingua Italiana
  • Facilità d’uso

Vediamo come sottoscrivere uno show con Podcast Republic

Una volta scaricata l’app ci troveremo sulla home

 

Come ascoltare i podcast con Podcast Republic

Dalle tre linee in alto a sinistra andremo a selezionare la localizzazione, cliccando sulla bandierina in alto a sinistra

Come ascoltare i podcast con Podcast Republic

 

Da uno dei vari campi di ricerca basta immettere il titolo per cercare, oppure potete esplorare i podcast più ascoltati da “Browse Top Chart”.

Come ascoltare i podcast con Podcast Republic

Trovato il vostro show preferito, potete sottoscrivere per ricevere in automatico le nuove puntate, cliccare su una puntata per scaricarla o riprodurla in streaming.

Due righe vanno dedicate alla sottoscrizione, dalle impostazioni infatti si può scegliere se scaricare le nuove puntate o meno, risparmiando quindi spazio sul telefono.

Ma le impostazioni sono tantissime e lascio a voi l’esplorazione!

Non ho modo di provare se sia disponibile su android auto, tanto vale che proviate e mi fate sapere! E’ comunque possibile attivare la modalità auto dalle impostazioni.

Vai alla seconda parte: Podcast – Come si fa? Guida alla registrazione con Audacity e Skype

 


Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo e metti mi piace!

Hai dei commenti o delle domande? Fammelo sapere commentando qui sotto!

Summary
Article Name
i Podcast - Cosa sono e come ascoltarli
Description
Cos'è un podcast? E come ascoltarlo? La guida di Soundscape che spiega cosa sono i podcast e le migliori app per ascoltarli su iPhone, iPad e Android.
Author
Publisher Name
Soundscape

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *